TECNICHE DI PEELING MEDICO ESTETICO: I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS

By  |  0 Comments

I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS: TECNICHE DI PEELING MEDICO ESTETICO

Di recente vi abbiamo parlato del peeling medico estetico, grazie al quale è possibile cancellare le cicatrici, affinare la grana della pelle, ridurre le macchie ed eliminare quel velo di stanchezza e grigiore che tanto ci invecchia, oggi sveliamo quali sono le tecniche del peeling medico.

Dalle tecniche più delicate per togliere la patina di opacità a quelle più energiche per rassodare, ecco le soluzioni cui è possibile ricorrere per rinnovare il proprio aspetto.

SKIN RESURFACING CON LASER

Si tratta di un vero e proprio trattamento dermatologico. Il raggio del laser ad anidride carbonica viene emesso dall’apparecchio in modo ultrapulsato. L’onda luminosa è ad alta potenza, ma dura poche frazioni di secondo. Il fascio luminoso agisce sulla pelle vaporizzando gli strati superficiali e stirando i tessuti profondi senza causare danni da calore.

Le fasi del trattamento

La pelle viene pulita con una soluzione disinfettante, poi viene praticata l’anestesia locale e si passa il laser sull’area da trattare da 2 a 3 volte in un’unica seduta. La seduta può durare fino a due ore.

Dopo il trattamento è necessario:

  • applicare creme antibiotiche e antinfiammatorie per una decina di giorni;
  • non esporsi al sole per due-tre mesi;
  • eseguire lavaggi del viso esclusivamente con sapone acido;
  • non allarmarsi se per diversi giorni la cute apparirà arrossata.
  • Non truccarsi per almeno dieci giorni
  • Per una perfetta normalizzazione bisogna invece attendere un paio di mesi.

Lo skin resurfacing con il laser è indicato contro rughe, efelidi, macchie da esposizioni al sole. Si consiglia il trattamento una volta l’anno o secondo parere del medico.

PEELING SOLUZIONE DI JESSNER 

È un peeling superficiale, piuttosto forte, che schiarisce e leviga la pelle. La miscela di alcol, acido salicilico, resorcinolo e acido lattico viene spennellata sul viso e lasciata lentamente assorbire dalla cute.  Il trattamento provoca una leggera desquamazione epidermica che rinnova la pelle. Non è adatto a chi è allergico all’ aspirina.

E’consigliato per eliminare le rughe superficiali e cancellare le lentiggini provocate dall’esposizione al sole, le macchie scure dovute all’uso della pillola anticoncezionale o quelle formatesi durante il periodo della gravidanza.

Si possono fare due o tre cicli di trattamento all’anno, ogni tre mesi, dialmeno 2-3 sedute a distanza di quindi giorni l’una dall’altra.

PEELING TCA (Acido tricloroacetico)

Diluito in diverse concentrazioni, dal 10 al 50%, il TCA ovvero  acido tricloroacetico, permette di effettuare peeling superficiali o medi. In genere viene usato al 25-35% per ottenere una forte esfoliazione e un consistente stimolo di rigenerazione della pelle. Lo strato basale dell’epidermide si rinnova così completamente e viene fortemente sollecitata la produzione di collagene. La soluzione viene spennellata e tenuta sul viso per qualche minuto.

Nelle ore successive al trattamento la pelle diventa prima rosata e poi marroncina. Nei giorni successivi si verifica una desquamazione più o meno consistente, secondo la concentrazione di acido utilizzata, con la possibile formazione di crosticine. Per questo è fondamentale applicare costantemente una crema altamente idratante.

Il peeling TCA è consigliato per eliminare le cicatrici dovute all’acne, per attenuare le rughe e cancellare le macchie. Il tricloroacetito al 50% è adatto a chi ha già la pelle molto segnata e desidera risollevare e rassodare fortemente i contorni del viso senza dover ricorrere al laser o al lifting. La periodicità del trattamento dipende dalla concentrazione usata e dal parere del medico.

HIGH POTENCY PEEL

Questo peeling ad alta potenza è costituito da una miscela di acido glicolico al 70%, di acido acetico (estratto dalle piante da frutto) e di un derivato dell’acido piruvico. È un trattamento un po’ più forte del glicolico, perchè la sua azione esfoliante arriva fino allo strato basale dell’epidermide. Il peeling High Potency svolge un’azione più energica sul rinnovamento cellulare e il ringiovanimento della pelle risulta davvero evidente. Il procedimento è uguale al peeling con acido glicolico. Durante i giorni successivi al trattamento è necessario applicare una crema idratante, protettiva ed emolliente per idratare la pelle e facilitare il processo di leggera desquamazione che si verifica per qualche giorno dopo il peeling.

Questo tipo di peeling è consigliato in caso di modeste cicatrici di acne, microrugosità, pelle secca e disidratata, cheratosi solare (macchie dovute a una eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti). Si eseguono di solito due o tre cicli l’anno, da tre a sei sedute, a distanza di dieci giorni l’una dall’altra.

LASER CARBON PEEL

Il Carbon Peel Laser è effettuato utilizzando una piattaforma Laser. Il laser utilizzato è un Laser che combina due modalità d’impulso: la modalità Q-SW e la modalità Free Running. Tale metodo è indicato per amplificare le proprietà medicali del carbone. Il trattamento medico Carbon Peel comincia con l’applicazione di uno strato di carbone liquido attivato a livello del volto. Il colore nero del gel serve per aumentare l’effetto fotoacustico e fototerminco a livello dell’area trattata.

Una volta che il gel penetra all’interno dei pori, il laser viene passato al di sopra dello strato di carbone attivo, riscaldandolo e distruggendone le particelle sulla superfice della pelle e all’interno dei pori, determinando così un effetto di resurfacing cutaneo immediato. Il Carbon Peel esfolia la pelle, svuota e restringe i pori, riduce la produzione di sebo e rende la texture cutanea levigata e luminosa.

Il trattamento è indicato per qualsiasi tipo di pelle, ma è particolarmente indicato per i pazienti con pelle mista o grassa, con pori dilatati, punti neri, texture spenta e opaca. Si eseguono di solito due o tre cicli l’anno, da tre a sei sedute, a distanza di dieci giorni l’una dall’altra. Non ha controindicazioni e non lascia la pelle arrossata dopo il trattamento.

Giacomo Urtis

Una via piena di bollicine a tutti!
Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP