QUANDO LA TELEVISIONE DIVENTA CATTIVA MAESTRA DI VITA

By  |  0 Comments

LA TELEVISIONE HA UNA GRANDE RESPONSABILITÀ NEI CONFRONTI DEL PUBBLICO. E SI DEVE SAPER DIRE “NO” QUANDO IN NOME DELL’AUDITEL QUELLA STESSA TV DIVENTA UN PESSIMO ESEMPIO PER TUTTI. IL CASO FABRIZIO CORONA/RICCARDO FOGLI A L’ISOLA DEI FAMOSI È LA DIMOSTRAZIONE DI COSA ANDREBBE EVITATO

Ci sono momenti  in cui le persone intelligenti, si devono spogliare dei loro ruoli istituzionali, e calarsi nelle vesti naturali: quelle degli esseri umani. A me non importa se, essendo un addetto ai lavori, certi commenti dovrei evitarli. Ognuno si deve sentire a posto con la propria coscienza, dando il proprio piccolo contributo.

E io, per quanto piccolo sia, lo voglio dare attraverso il nostro portale. Sono rare le volte che mi sale la rabbia alle testa, sentendo addirittura quel fastidiosissimo formicolio che ti fa anche sudare. Ma ieri sera durate l’ottava puntata de L’Isola dei Famosi, di fronte alla scena in cui vedo Riccardo Fogli scoppiare a piangere, mentre ascolta le feroci (e gratuite) parole di Fabrizio Corona sul tradimento della moglie Karim con Giampaolo Celli (che Corona definisce suo amico… alla faccia dell’amico!!!), ricche di offese nei confronti del cantante, non ci ho più visto.

Ora. Io capisco che in un reality a far gioco siano sempre i soliti balletti di tradimenti, chiacchiericcio, pettegolezzi, litigi e amori (veri o presunti), però credo che esista un limite a tutto. Il mio non vuol essere un giudizio negativo contro Alessia Marcuzzi e contro la produzione, perchè se avessero interrotto il filmato sarebbero stati accusati di censura.

Però il filmato lo avevano visto in precedenza, e la mia domanda è: era così necessario? C’era bisogno di vedere umiliato in quel modo un mostro sacro della musica come Fogli, che già gli andrebbe riconosciuto il coraggio di essersi messo in gioco a 70 anni in un reality show tutt’altro che semplice?

Non giudico neppure Fabrizio Corona, perchè questo è il suo personaggio. Non ha fatto altro che interpretare se stesso, per cui ora di cosa ci si potrebbe lamentare? E sinceramente mi dissocio rispetto ad Alda D’Eusanio, che nell’esprimersi a favore di Fogli ha detto di Corona che dovrebbe stare ancora più tempo in galera per imparare qualcosa. Ecco secondo me, invece, in questo caso l’opinionista si è spinta oltre. Che c’entra il carcere, Fabrizio mica ha commesso un reato.. solo una disumana caduta di stile.

Corona è questo, tutti lo conosciamo, tutti sappiamo chi è. Se lo coinvolgi, lo sai che rischi di trovarti impantanato in qualche caos. Certamente forse la produzione avrebbe dovuto chiedere a Riccardo Fogli se si sentiva di vedere la clip. E chiunque l’abbia vista prima sapeva, o poteva immaginare, quello che sarebbe successo.

Quale messaggio passa di fronte a queste scene? Che insegnamento diamo alle persone che guardano la tv? Fabrizio Corona sa di non essere un bell’esempio, è tutto fuorché stupido. Ma se la tv continua ad avvalersi di lui, ogni programma continua a invitarlo come ospite, forse dobbiamo domandarci come mai non si ha la forza di voltare pagina e considerale l’ex agente fotografico un capitolo chiuso.

Io l’intervento di Corona non l’avrei mai mandato in onda, non l’avrei nemmeno cercato. Perchè la legittimazione di questi cattivi esempi, rischia poi di ricadere a catena su persone, magari più sensibili, fragili, che non sanno distinguere il bene dal male, e magari rischiano di imitarli.

E forse anche per un po’ di sana umanità nei riguardi di Fogli, anche se il termine “umanità” nel vocabolario dei reality show non è mai esistito.

ANDREA IANNUZZI

Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP