PROTESI PER LABBRA: I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS

By  |  0 Comments

I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS: PROTESI PER LABBRA

Per tutte le donne desiderose di esibire una bocca sensuale, c’è una novità. Dopo quelle per il seno e per gli zigomi, ecco approdare sul mercato della bellezza le nuove protesi labiali di silicone. Si tratta di piccoli cuscinetti di tre diverse dimensioni (da 5 a 6 cm di lunghezza, e da 3 a 5 mm di diametro) dalla forma ellittica allungata ai lati, in modo da simulare il naturale disegno delle labbra, spiega il dottor Giacomo Urtis. Vengono inserite attraverso delle microincisioni di 3-4 mm agli angoli delle labbra (le commissure). Grazie a una piccola guida metallica che crea un tunnel invisibile appena sotto la mucosa labiale. Posizionate nel modo corretto, le protesi di silicone aumentano il volume e la proiezione delle labbra, senza continui ritocchi dai filler. Ma vediamo il tutto più nello specifico.

LE NUOVE PROTESI

Le soluzioni permanenti adottate in passato erano basate su un tipo di impianto che, per le caratteristiche della composizione chimica, pur incrementando l’aumento del volume dei tessuti ha creato difficoltà di movimento e reazioni capsulari inaspettate e imprevedibili. Le nuove protesi sono fatte da un elastomero in silicone solido ma molto morbido, dalla superficie liscia e non sono soggette a degradazione o a rottura. Queste protesi vengono prodotte in tre diverse misure di spessore (3mm, 4mm e 5mm) e di lunghezza (55mm, 60mm e 65mm) in modo da adattarsi ad ogni tipo di labbra. Il suo inserimento è rapido, ci vogliono infatti circa 30 minuti per labbro e l’anestesia è locale.

I risultati definitivi sono visibili in brevissimo tempo, appena passeranno il gonfiore ed eventuali leggeri ematomi post-operatori, nel giro di qualche giorno, durante il quale è preferibile evitare di assumere bevande molto calde. Nessuno, neanche baciandovi, si accorgerà della protesi e non servirà più fare dolorose e frequenti iniezioni di filler per avere labbra naturalmente carnose e sensuali.

I COSTI

Di questi tempi, anche per un intervento estetico di questo tipo non si può trascurare il portafoglio. E sotto l´aspetto economico, la nuova metodologia sembra rappresentare un buon passo avanti rispetto ai filler. Se infatti per un aumento “sostanzioso” con l’acido ialuronico sono necessari almeno 400 euro iniziali, più un´infiltrazione da ripetersi ogni 8-12 mesi, l´impianto delle protesi in entrambe le labbra costerebbe circa 2.500 euro tutto compreso. 

LE CONTROINDICAZIONI


Tutti pro e nessun contro, dunque? E´ ancora presto per dirlo. La nuova metodica è stata accolta con un notevole interesse dagli esperti italiani. I dati clinici sono ancora esigui, ma si guarda con interesse al nuovo dispositivo. In coerenza con la prassi abituale, è stato istituito un protocollo di studio dedicato proprio a questa novità, tramite cui monitorare tutte le evenienze legate all’impianto di protesi nelle labbra. In casi di pentimento si sfilano in pochi minuti. Come per i filler , nel caso facessi l’intervento, ricordati di richiedere il tagliandino delle miniprotesi impiantate: se sorgessero problemi, potrai risalire al lotto di produzione.

Ecco tutti i numeri dell’intervento

Prima dell’impianto viene fatta una puntura anestetica nel labbro inferiore e superiore.
Per 8 giorni le labbra restano gonfie e con dei punti di sutura visibili poi vengono rimossi.
Nel 5% dei casi c’è il rischio di incapsulamento, cioè della formazione di una capsula dura e fibrosa intorno alle protesi che obbliga alla loro rimozione
Come tutti gli interventi, nell’1% dei casi c’è il rischio di infezione. Viene quasi azzerato ricorrendo alla profilassi antibiotica, un giorno prima del trattamento e nei 3 giorni successivi.

Giacomo Urtis

Una vita piena di Bollicine a tutti!

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP