PATRIZIA DE BLANCK: UNO DEI MIEI CANI HA IL NOME DI BERLUSCONI, ECCO PERCHE’‏

By  |  0 Comments

Milano - Festa per la trasmissione tv "L'Isola dei Famosi"PATRIZIA DE BLANCK: UNO DEI MIEI CANI HA IL NOME DI BERLUSCONI, ECCO PERCHE’‏

La contessa Patrizia de Blanck, nota per il suo carattere vivace, e in fatto di sangue blu l’ultima, vera nobile rimasta fra i personaggi dello spettacolo (la contessa Marina Ripa di Meana ha un titolo acquisito dal marito e l’autoproclamata Marchesa D’Aragona tutto è fuorché una aristocratica) ha da poco rivelato un segreto. Da sempre amante dei pelosetti a quattro zampe, è da tutta la vita che li ha come compagni fedeli, ha chiamato uno dei suoi ultimi cagnolini femmina Silvia Mandrilla sotto il suggerimento dell’ormai ex Presidente del Consiglio, e del Milan, Silvio Berlusconi. E lo ha raccontato al settimanale Mio in questa breve intervista: 

La sua vita è molto legata ai suoi amici a quattro zampe. Come sarebbe stata senza di loro?

Non bella, perché loro mi stanno vicini, mi hanno aiutato a superare momenti difficili come la morte di mio fratello. Ne ho regalato anche uno a mia figlia Giada quando si è separata dal suo ragazzo per consolarla. I cani fanno un po’ da jolly, in tante situazioni della vita che sono complicate io ci metto in mezzo loro ed emotivamente me le risolvono. Senza pelosetti non saprei stare.

de-blank-bollicine-vip

Lei ha avuto tante razze accanto a se.

Inizialmente avevo sette barboncini, e li chiamavo tutti Mandrillo. Mandrillo uno, due, tre e così via. L’ultimo che ho avuto è un cane nudo cinese che ho chiamato Silvia Mandrilla. E’ nata quando io stavo parlando con Silvio Berlusconi, e gli ho chiesto: Presidente, lei che porta fortuna come mi suggerisce di chiamare il mio cane? E lui mi ha risposto che avrei dovuto mettergli il suo nome. Così oggi si chiama Silvia Mandrilla (ride).

Attualmente ci sono tante strutture di accoglienza, che offrono servizi di hotel, addirittura di cure estetiche per gli animali. Lei cosa ne pensa?

Tutto il bene del mondo, per fortuna che anche qui in Italia dopo anni ci siamo arrivati. In Francia per esempio, già decenni fa, i cani potevano essere portati ovunque. Anzi, al ristorante venivano accolti con un sorriso e una ciottola per farli bere e farli mangiare.

Meglio un fidanzato o un cane?

Un cane sicuramente, anche perché non ti tradisce mai.

 

Andrea Iannuzzi 

Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP