PAMELA PRATI AI CONFINI DELLA REALTÀ

By  |  0 Comments

PAMELA PRATI IERI POMERIGGIO È STATA OSPITE DI SILVIA TOFFANIN. E HA RACCONTATO UNA VERITÀ PIENA DI INCONGRUENZE E RICCA DI PARTICOLARI DEGNI DI UN FILM DI FANTASCIENZA. MA È LA TRISTE STORIA DI UN PERSONAGGIO EVIDENTEMENTE IN DIFFICOLTÀ EMOZIONALE

Pamela Prati non può prendersela con nessuno, se oggi nessuno le crede più. L’ostinazione a trattare questo fantomatico Marco Caltagirone come fosse Julian Assange quando era nascosto all’Ambasciata dell’Ecuador a Londra (ma almeno di lui esistevano milioni di immagini), sta diventando surreale.

Non c’è una sola motivazione per cui quest’uomo, di cui non esiste nulla: foto, dati anagrafici, il passato, non debba anche solo mostrarsi per placare una vera catastrofe che sta investendo la sua compagna, l’agenzia che la gestisce, e addirittura l’incolumità fisica di Pamela.

Forse è sfuggito questo particolare, ma ieri, a Verissimo, la Prati ha dichiarato di essere stata minacciata con l’acido, di aver letto un bigliettino con scritto: al matrimonio di arrivi a metà. E anche le sue agenti avrebbero ricevuto lo stesso avvertimento. Intanto andrebbe capito a chi interessa minacciare in quel modo la soubrette, per una storia che sta assumendo i contorni di una barzelletta…

C’è addirittura chi utilizzerebbe l’acido solo perchè la Prati non si è spostava l’8 maggio? E Marco Caltagirone di fronte a una cosa simile, continua a rimanere nell’anonimato facendo correre a Pamela questo rischio? C’è qualcosa che mi sfugge…

Io personalmente non ho scritto una riga su tutta questa faccenda, però ieri la Prati ha accusato i giornalisti di essere responsabili per il “dolore” che lei sta vivendo. Innanzi tutto se qui c’è qualcuno che ha delle responsabilità quelli sono lei e il “futuro” consorte, che hanno messo su un circo da far invidia alla migliore tradizione degli Orfei.

E poi i cronisti fanno solo il loro lavoro. In questo caso ancora di più perchè ci troviamo una bizzarra faccenda, che a memoria non ha precedenti.

Se io fossi stata in lei, ovvero in Pamela Prati, non sarei nemmeno andato dalla Toffafin una terza volta, per essere mortificata dalla rigidità della conduttrice: che non le crede, e glielo ha detto più volte con una semplicità imbarazzate.

La Michelazzo ha detto che lei non c’entra con le decisioni della Prati e di Caltagirone, che lei come agenzia avrebbe dovuto occuparsi di chiudere solo l’esclusiva del matrimonio e basta. Peccato che proprio la Michelazzo e Pamela Pericciolo, l’altra agente, si siano spesso presentate dalla D’Urso mettendosi in mezzo a gamba tesa nella faccenda. Per cui oggi lei, Eliana, di cosa si lamenta?

Detto ciò è facile che, salvo altri colpi di scena, dopo Verissimo la Prati sicuramente uscirà di scena, e non sapremo mai nulla delle nozze fra lei e Caltagirone. Perchè se come ha detto la primadonna del Bagaglino, si sposeranno in gran segreto, vista l’abilità di questo Caltagirone di restare nascosto, è l’unica cosa probabile che accasa di tutta questa storia.

ANDREA IANNUZZI

Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP