NADIA TOFFA VIVE ANCORA

By  |  0 Comments

NADIA TOFFA NON È STATA SOLO UNA GRAN DONNA, MA UN ESEMPIO PER TUTTI COLORO CHE AFFRONTANO IL SUO STESSO PROBLEMA. ECCO PERCHÈ LA SUA PREMATURA SCOMPARSA A SOLI 40 ANNI COLPISCE TUTTI, RENDENDO QUESTO FERRAGOSTO UN PO’ MENO ALLEGRO E SPENSIERATO DEL SOLITO

Le tradizioni si rispettano, questo è vero. Ma ci sono momenti in cui le regole, le etichette, gli stili devono andarsene a quel Paese, per essere chiari e diretti. Bollicine Vip ha sempre avuto lo schema del sito allegro, scanzonato, a volte polemico, ma ha sempre evitato fatti di cronaca.

Nadia Toffa

In questo caso però l’eccezione conferma la regola. Impossibile non scrivere due parole su Nadia Toffa, la conduttrice del programma Le Iene, che si è spenta poco fa a soli 40 anni. Vinta, come tutti sappiamo, da un male incurabile.

Tutti sono sbalorditi per la scomparsa di Nadia a soli 40 anni, a cominciare da chi, come me, l’ha conosciuta nei momenti in cui ancora il cancro non l’aveva condannata a una morte lenta, sofferta e inevitabile. Io Nadia ho avuto il piacere di incontrala la prima volta, anche grazie al fatto che per anni mi sono occupato dell’ufficio stampa di Matteo Viviani, suo collega e Iena di punta del programma di Italia 1, quando ancora non era caduta nel tunnel senza ritorno del cancro.

Simpatica molto, soprattutto se le stavi a genio. Io ricordo quante volte, portando i personaggi a Mattino 5, a Pomeriggio 5 e a Domenica 5 (la vecchia versione dell’attuale Domenica Live), che andavano in onda dagli studi posizionati a Cologno Monzese dove adesso sorge quello imponente di Striscia la Notizia, ci si vedeva e si prendeva il caffè.

Addirittura all’inizio, quando era ancora poco nota, era un po’ temuta per il tipo di programma in cui lavorava. Ma la sua travolgente allegria, il modo ironico e sottile di prendere in giro i ragazzi del Gf che portavo, è impossibile da dimenticare. Poi le cose cambiano, e io ho smesso di recarmi a Mediaset con la frequenza di un tempo, che è simile a quella di oggi.

E lei si è ammalata, gravemente, cercando di lottare con tutte le sue forze, andando in tv, nonostante tutto, per diffondere coraggio a tutte quelle persone che vivono il suo dramma. Ma forse anche per dare coraggio a se stessa. Se non proprio per far finta che nulla esistesse, quantomeno per comprendere che volendo ce la si poteva fare comunque.

Cosa devo aggiungere di più su Nadia Toffa. Un’amica di tutti, di tutti quelli che oggi la piangono. Io personalmente, ma anche tutto lo staff di Bollicine Vip non vogliamo piangere (anche se si fa una gran fatica), ma sorridere. Esattamente come vorrebbe lei. Come ha fatto per tutto il percorso travagliato della sua malattia. E come continuerà a fare continuando a vivere nel cuore di ognuno di noi.

ANDREA IANNUZZI

Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP