HELLBOYS 2018: IL PRODUTTORE ENRICO SANTAMARIA RACCONTA 5 ANNI DI NUDI MASCHILI

By  |  0 Comments

HELLBOYS 2018 È UN PRODOTTO REALIZZATO DALLA COOL-MADE AGENCY, ABBIAMO INCONTRATO ENRICO SANTAMARIA CHE CI RACCONTA L’AVVENTURA NATA 5 ANNI FA E CHE OGGI È UN’ATTIVITÀ DI SUCESSO

Hellboys 2018, il calendario di nudo maschile che Bollicine Vip per il secondo anno consecutivo promuove, essendone partner per il web, nasce nel 2013.

Si è trattato tutto di uno scherzo, giocato tra Enrico Santamaria, che lo produce dalla prima edizione, e Andrea Iannuzzi, che oltre a essere parte integrante del progetto è il press office dell’almanacco.

Abbiamo chiesto proprio a lui, a Santamaria, di raccontarci qualcosa su questa avventura che ancora una volta è pronta a registrare successi da capogiro.

Sono passati 5 anni da quando è nato il calendario Hellboys. Tracciamo un bilancio di questa esperienza.

Si è vero gli anni passano in fretta, ma l’energia con cui si lavora a questo progetto per il momento è sempre identica, si corre, ci si arrabbia, si esulta di gioia. Ogni giorno puo riservare sorprese positive o negative.

Sicuramente se siamo ancora qui é perché abbiamo visto più risultati positivi che negativi. Onestamente é un po come crescere un bambino che quest’anno sta finendo l’asilo e, nonostante il grande salto mediatico dello scorso anno, ha ancora da studiare e da essere aiutato per camminare da solo.

Chiusa una stagione quasi non si tira il fiato che già si sta pensando a come correggere o migliorare gli aspetti che non sono piaciuti. Hell Boys é nato per scherzo fra me e Andrea Iannuzzi, durante una chiacchierata primaverile nel 2013, ed oggi è un progetto che almeno 10 mesi l’anno cattura l’impegno del team per far si che tutto sia sempre migliorato.

Siamo felici di come il pubblico sta accogliendo il prodotto e il 2017 ci ha visto arrivare alle 7000 copie distribuite, che non vuol dire vendita, altrimenti saremmo ancora più felici del risultato economico ma, si sa quando la passione guida, anche arrivare ad un misero pareggio di conti già riempie profondamente il cuore.

Ogni anno sono cambiati sia i modelli che il testimonial. E’ difficile oggi trovare soggetti validi che posino nudi?

Ricordando che il progetto calendario é nato per gioco, ha subito trovato semplice scelta utilizzando le forze umane dei ragazzi che facevano già parte della scuderia legata principalmente all’animazione delle discoteche.

Ho capito che nel corso di questi anni alcuni di loro sono ancora con me e non li cambierei professionalmente con altri, ma penso che Hell Boys debba essere per tutti i protagonisti un trampolico di lancio, una vetrina quantomeno nazionale per farli emergere all’attenzione dei grandi media quindi sempre più si cerca fuori dal proprio orticello. 

Da un punto di vista artistico, cosa rappresenta il nudo maschile in Italia?

Oggi il nudo maschile penso sia sdoganato quasi quanto il femminile, mi sono arrivate anche diverse proposte per poter aprire o gestire realtà d’intrattenimento dedicate solo alle gentil donzelle ma al momento non ho ancora trovato un imprenditore serio che capisca come va fatto eventualmente questo passo ancora un po’ difficile dal punto di vista culturale della società italiana.

Non possiamo pensare di fare le one night a due lire una volta alla settimana per diversificare l’intrattenimento e dedicarlo anche esclusivamente alle donne, questo non porta da nessuna parte.

Hellboys

Sicuramente il nudo maschile é oggi una richiesta presente sul mercato dell’entraitenment, é bello e potente a volte pure sensuale al punto giusto e lo dimostrano i numeri di tiratura di Hell Boys.

Ma la donna italiana pur avendo in mente le fantasie come i maschietti affronta la scelta palese e alla luce del sole solo su una fascia d’età più giovane, le mamme della mia generazione (sulla cinquantina per capirci ndr) iniziano ad apprezzare ma fanno ancora un po’ fatica. Occorre a mio giudizio ancora una decennio per portarci al pari di realtà europee come in germania ad esempio o ancor meglio i tanto balsonati USA.

Hellboys

Come mai spesso la linea di confine tra un prodotto etero o gay, quando si tratta di uomini, è così sottile?

Ecco un altro scalino che si affronta sempre con difficoltà, ovvero l’arte, il nudo, la storia che sono permeate di personaggi o artisti che erano gay magari non dichiarati, magari nascosti dalle corti blasonate e che poi sono emersi solo dopo la loro scomparsa o consacrazione a geni o artisti con la A maiuscola. Oggi non é più così.

Oggi, perlomeno nella nostra società italiana, ci si dichiara gay con più serenità anche dalle scuole superiori, le famiglie sono più aperte a comprendere ed accettare le inclinazioni sessuali dei figli. Esistono ancora casi estremi di “razzismo” ma anche con qualche difficoltà si sta cercando di superarle.

Certo non è facile quando si scatta una fotografia riuscire a cogliere l’attimo, avere la posa giusta e riuscire ad immaginare. La foto è priva di un orientamente sessuale, può piacere o no, attrarre maggiormente donne o uomini ma non esiste, quando si parla di foto artistiche, ma non la si può legare ad uno stereotipo. Altrimenti ritengo che chiunque faccia questi accostamenti sia povero di spirito e diversamente ottuso.

Hellboys 2018 è firmato da Luca Annaratone, sulla base di cose viene fatta la scelta del fotografo?

Luca è un grande e giovane amico e onestamente avendo già seguito fasi di backstage e promozione di alcune edizioni precedenti di Hell Boys, pensavo fosse la persona più adatta a intraprendere questo percorso che spero gli porti anche buona visibilità e fama. Detto questo di base la scelta del fotografo viene fatta tenendo conto di quali possono essere le sue linee di visione del nudo maschile ma anche di quanto riesce a immaginare e a gioire di essere parte del progetto Hell Boys.

Il fotografo del calendario deve essere una persona giocosa edintraprendente, tecnicamente preparata ma che sappia interpetare e cogliere le sfumature delle nostre chiaccherate unite a quelle con i protagonisti dell’almanacco. In una parola sola direi sensibile.

Cosa si dovranno aspettare gli acquirenti di Hellboys 2018 e dove potranno recuperare il calendario?

Il prodotto dal punto di vista di qualità e materiali di stampa sarà sempre identico come il prezzo consigliato di 12€ perchè, pur facendo lotte quotidiane sugli aumenti di materie prime ed altro, non vogliamo gravare troppo sulle tasche dei nostri affezionati clienti.

All’interno ci sono 12 mesi e 14 modelli quindi qualcosa mi fa pensare che ci sia una scelta stilistica anche diversa su alcuni scatti. Io sarei di parte se giudicassi il prodotto preferisco che siano le persone ad esprimere il loro pensiero.

Ancora una volta la scelta di non avere una distribuzione a tappeto come nelle edicole e legati ad una rivista in particolare ma oltre al nostro sito hellboys.it la scelta di essere presenti su piattaforme librare di grandi numeri come amazon.it e ibs.it naturalmente il tutto curato da frecciadoro.it.

Ecco il link della video intervista di Santamaria: https://youtu.be/2MHbw9b3bOo

GIANNI LUPO

Spread the love

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP