Diritto all’aborto: si alza la voce dello showbiz

By  |  0 Comments

Sale la protesta contro la decisione della Corte Suprema di abolire la sentenza sul diritto all’aborto Dopo l’annullamento della sentenza Roe, si è alzata la voce di donne e uomini da tutto il mondo.

A scendere in campo anche tanti personaggi famosi, dallo showbiz alla politica, passando per lo sport per il diritto all’aborto!

diritto all'aborto«La decisione presa dalla Corte Suprema è devastante e dolorosa. Difenderemo i diritti delle donne americane», ha detto Biden. Frase condivisa da gran parte della popolazione mondiale che sta dando tutto l’appoggio possibile alle persone che, fisicamente, scendono ora in piazza per contestare una sentenza che sembra riportare l’America mille anni indietro. A farsi sentire, anche tantissimi personaggi di spicco della politica, dello sport e del mondo dello spettacolo.

IL DISSENSO DELLO SPORT

Megan Rapinoe, icona del calcio Usa, ha detto: «È difficile esprimere a parole quanto sia triste e crudele. Il punto è la crudeltà, perché questo non è pro-vita, in alcun modo. Aggraverà completamente così tante delle disuguaglianze esistenti che abbiamo nel nostro Paese». Non da meno il tennista Billie Jean King, sottolineando che questa decisione non porrà fine all’aborto ma solo a un accesso sicuro e legale a questa procedura medica. Il portiere dei Seattle, Sounders Stefan Frei, ha chiaramente espresso il suo pensiero scrivendo sui social che l’America si sta attivamente muovendo nella direzione sbagliata. Il cestista statunitense LeBron James, con un tweet, ha fatto osservare che questa decisione è dettata solo dalla volontà di avere “potere e controllo”. Martina Navrátilová, in rete, non ha avuto paura di usare espressioni “colorite”… l’intento era quello di far passare in modo chiaro il concetto!

Leggi anche> Chiara Ferragni vende la sua villa a Los Angeles da 2 milioni

LA PROTESTA SALE SUL PALCO PER IL DIRITTO ALL’ABORTO

«Oggi è un giorno davvero, davvero buio per le donne negli Stati Uniti», ha invece esclamato dal palco del festival di Glastonbury Billie Eilish: «Parlo – ha aggiunto la cantante 20enne – perché non posso sopportare di pensarci ancora». Al suo fianco, tanti altri colleghi e colleghe, per la precisione, ben 160. Numero che, ovviamente, cresce di giorno in giorno. Miley CyrusEllen DeGeneres, Ariana Grande, Cara DeLevigne, Milla Jovovich, Reese Witherspoon, Taylor Swift, Lady Gaga, Emma Watson, Kendall Jenner, Alyssa Milano, Cher, Selena Gomez, Camila CabelloDemi Lovato… tanto per citare qualche nome illustre. Addirittura, il frontman dei Green Day, Billie Joe Armstrong, durante la tappa londinese dell’Hella Mega Tour della band, ha annunciato di voler rinunciare alla sua cittadinanza statunitense. «Fuck America. Sto rinunciando alla mia cittadinanza. Ho deciso di venire a stare qui nel Regno Unito. C’è troppa stupidità nel mondo per tornare a quella miserabile scusa del ca**o per un Paese. Oh, non sto scherzando. Sentirete parlare di me nei prossimi giorni».

MICHELLE OBAMA INVITA A CREARE UN’AMERICA PIÙ GIUSTA

L’ex first Lady Michelle Obama ha subito pubblicato il seguente messaggio: «Ho il cuore spezzato per le persone in questo paese che hanno appena perso il diritto fondamentale di prendere decisioni informate sui loro corpi. Ho il cuore spezzato dal fatto che ora potremmo essere destinati a imparare le dolorose lezioni di un tempo prima che Roe diventasse legge, un periodo in cui le donne rischiavano di perdere la vita per aborti illegali. I nostri cuori potrebbero essere spezzati oggi, ma domani dobbiamo alzarci e trovare il coraggio di continuare a lavorare per creare l’America più giusta che tutti meritiamo».

L’ITALIA NON RIMANE A GUARDARE

Ovviamente, anche in Italia è montata la protesta. Alessandro GassmannEmma BoninoAlessandro Zan, Marco Cappato e Laura Boldrini sono stati solo alcuni dei tanti personaggi che hanno immediatamente commentato la sentenza, mostrando tutto il loro disappunto. 

A cura di Laura Farnesi

Una vita piena di Bollicine a tutti!

Spread the love
BOLLICINE VIP