Alvin all’Isola dei famosi, la vita in Honduras e il rapporto con i naufraghi

By  |  0 Comments

Alvin parla della vita in Honduras e del rapporto con i naufraghi all’Isola dei famosi

Manca poco alla finale dell’Isola dei famosi, reality condotto da Ilary Blasi su Canale 5, ospite qualche giorno fa a Casa Chi Alvin si è lasciato sfuggire alcune rivelazioni sui naufraghi e sulla vita che svolge in Honduras.

Tra le varie cose l’inviato del reality ha ricordato un aneddoto che risale a qualche anno fa: “Jo Squillo mi ha lanciato un pezzo di cocco ed io l’ho schivato stile Matrix. Quella scena lì mi è andata di c*lo. Ci vuole un po’ di empatia con i naufraghi perché comunque stanno in condizioni disagiate ed estreme. Nella vita reale non sarebbe un bel gesto, ma in quella condizione lì per me non è stato così grave, mi ha chiesto scusa subito dopo.”

E ancora: “Poi dopo in Palapa ho detto: “A me di fare questo tipo di televisione non me ne frega sinceramente niente, non ho niente contro questa tv ma non mi rappresenta, quindi spero che voi la pensiate allo stesso modo. Se parliamo singolarmente ci si capisce. Le litigate si possono fare, ma è un problema proprio tecnico”. E quella roba lì, li ha riportati subito al gioco”.

Alvin ospite a Casa Chi

Alvin ospite a Casa Chi

Parlando dei suoi rapporti con i concorrenti dell’Isola dei famosi Alvin ha invece detto: “Come faccio ad essere equo con tutti i naufraghi? Potrebbe avere a che fare con l’educazione con cui sono cresciuto io: ordine, disciplina, regole. Bisogna imparare a rispettare le regole. Se devi fare rispettare le regole puoi stabilire un rapporto empatico dove ti faccio capire che sono lì per supportarti, ma essendo un gioco ci sono delle regole e devi rispettarle”.

Per quanto riguarda la vita in Honduras ha rivelato: “L’Isola dei Famosi è una realtà che non esiste da nessun’altra parte, tutto quello che vivo qua è inutile che lo racconto perché nessuno mi crede. Qua ci sono 40 gradi, salta la corrente per ore. Una volta sono tornato dalla diretta sporco e sudato e non c’era corrente: non c’era luce, non c’era aria condizionata, non potevo lavarmi.”

Alvin ha poi concluso dicendo: “Ovviamente il cibo non è dei migliori e qua viviamo in una bolla causa Covid. Non è come sembra. La nostra permanenza qua non è così paradisiaca, ma alla fine siamo ai Caraibi, non mi lamento. Cosa mi manca dell’Italia? Tutto”.

A cura di Sara Fonte

Una vita piena di bollicine a tutti!

Spread the love
BOLLICINE VIP