LORY DEL SANTO: LA FILOSOFIA DI UN PERSONAGGIO ETERNAMENTE INCOMPRESO

By  |  0 Comments

LORY DEL SANTO SARÀ PROTAGONISTA DEL PROSSIMO GF VIP. LA SUA PARTECIPAZIONE ERA GIÀ STATA CONCORDATA UN MESE FA, POI IL TRAGICO SUICIDIO DEL FIGLIO LOREN, MOLRTO SUICIDA A 19 ANNI AVEVA COMPROMESSO LA SUA CANDIDATURA. OGGI LEI DECIDE DI ENTRARE NELLA CASA

Lory Del Santo è l’unica, vera, diva che il mondo della Tv si porta appresso dai fasti degli anni ’80. Quando il piccolo schermo era un po’ come Hollywood, per gli italiani. Lei era uno dei prorompenti volti di Drive In, successo delle reti Mediaset (all’epoca Fininvest), che resta negli annali del tubo catodico.

Lory era una pin-up, come lo erano anche Tinì Cansino, Antonia Dell’Atte, piuttosto che Carmen Russo. Ma nessuna, come lei, è riuscita a scrivere la propria vita con quell’inchiostro spesso intrinseco di dolori, pazzie, immense gioie, incomprensibili follie come solo una vera donna mito riesce a fare.

Se non fosse per alcuni atteggiamenti trash degli ultimi anni, la Del Santo potrebbe essere paragonata a Marilyn Monroe : bella, ma anche dannata, forte ma anche fragile, seria ma al tempo stesso eccentrica, mamma ma al tempo stesso amica, moglie ma al tempo stesso amante, donna ma al tempo stesso bambina.

In passato aveva superato un dolore lancinante, con la morte del piccolo Conor, il figlioletto di soli 5 anni avuto da Eric Klapton, precipitato dalla finestra del 53esimo piano di un grattacielo a New York. All’immaginazione di tutti, cosa possa esserne rimasto di quella creatura. E l’immane sofferenza di una mamma che perde il proprio bambino, il primo, in un modo atroce.

Eppure lei, Lory, la Marilyn italiana, combatte, tira avanti e continua questa vita sempre al limite tra gli eccessi e i successi. Attrice, regista, produttrice, scrittrice. La Del Santo è tutto questo. Mette al mondo altri due figli: Devin e Loren.

Con Devin litiga lo scorso anno e per mesi e mesi non ha più sue notizie. Ne parla con molta naturalezza, quasi da persona fredda, davanti a un pubblico, quello di Domenica Live, incredulo e scioccato, quanto la conduttrice, Barbara D’Urso che all’inizio ha perfino pensato a una burla.

E invece no. È tutto vero. Questa mamma atipica ha dovuto fare i conti con il suo successo, con decine, se non centinaia, di persone che l’hanno circondata solo perché lei era Lory Del Santo. E non Lory. Una mamma come tante altre, che ha solo deciso di recitare la parte di madre fredda, sempre, quando invece dentro di se è una madre coraggio.

Gli uomini hanno tentato di usarla, ma questa icona che rende omaggio anche alla furbizia delle donne, e all’intelligenza, non solo non si è fatta usare. Ma è lei che con felina abilità, mascherata da ingenua dolcezza, ha usato loro.

Oggi arriva un’altra notizia che ci racconta ancora una volta come Lory Del Santo sia un’emblema della vita per certi aspetti indecifrabile, ma anche di comprensibile umanità. Un altro dei suoi figli, questa volta per voltontà propria, si suicida. Lasciandosi alle spalle forse un tenore di sopravvivenza difficile da sostenere. Non sei un eroe per forza, anche se di un’eroina sei figlio.

Ramon, 19 anni, se ne va in un momento in cui Lory Del Santo stava per entrare nella Casa del Grande Fratello Vip. Dopo il tragico evento ecco il silenzio, tombale, esanime, di quelli che parlano anche senza pronunciare parola.

Un altro capito difficile da affrontare, una nuova tragedia che scaraventa ancora una volta questa bambina mascherata da donna gatto nell’oblio del dolore, della sofferenza, dei perché che mai avranno una risposta. Non le avrà lei, come non le avremo noi nel capire veramente cosa spinga, a un mese da questo incidente, Lory Del Santo a cambiare idea ed entrare nella Casa dei Gf.

Necessità si soldi? La voglia di non stare sola? Il bisogno di distrarsi e non pensare che il destino le ha dato tanto ma le ha tolto troppo? Chissà. Meglio non giudicare. Meglio non scoperchiare la pentola, lasciandola bollire alla giusta cottura. Sarà lei stessa a spegnere il fuoco o ad appiccare l’incendio.

Se Marilyn oggi fosse viva, sarebbe come lei. Ma lei è più grande di Marylin. Perché di fronte alle tragedie, ai tradimenti, alle sofferenze risponde con la vita. Una vita che se non altro l’ha resa una persona unica.

ANDREA IANNUZZI

Potrebbe piacerti anche…

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP