IL PLEXER, LA BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA: I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS

By  |  0 Comments

I CONSIGLI DI GIACOMO URTIS: IL PLEXER, LA BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA 

COSA È E QUALI SONO I VANTAGGI:

E’ un trattamento di medicina estetica che permette senza l’ausilio di bisturi, quindi senza incidere la cute di trattare inestetismi cutanei. Il principio di funzionamento è la sublimazione, cioè l’evaporazione di porzioni piccolissime della cute inferiori ad un millimetro, senza danneggiare in questo modo i tessuti circostanti.

Viene utilizzata soprattutto per il ringiovanimento delle aree cutanee danneggiate dal tempo, da cicatrici, macchie, ecc., senza rischi ed in modo naturale. E‘ un trattamento di facile esecuzione e breve durata, che permette di ottenere ottimi risultati in poche sedute.

Il risultato è definitivo, compatibilmente con il trascorrere del tempo, che ovviamente non potrà essere arrestato. Rispetto alla chirurgia tradizionale permette di raggiungere il risultato definitivo in modo graduale e più vicino alle esigenze del paziente.

Il plexer è uno strumento molto maneggevole che può essere utilizzato per tutti gli interventi di chirurgia non ablativa. I risultati ottenuti sono permanenti.

Il colloquio con il medico permette di valutare le esigenze del paziente, una valutazione dell’entità del difetto da trattare ed il numero di sedute eventualmente necessarie per la sua correzione.blefaroplastica non chirurgica

PRIMA DEL TRATTAMENTO

Non sono necessari particolari accorgimenti, ne preparativi impegnativi. La cute viene detersa e disinfettata. Il manipolo sfiora i tessuti senza toccarli vaporizzando il tessuto da trattare. Il fastidio è legato alla sensibilità individuale e può essere paragonato a delle piccole iniezioni.

Per migliorare la tolleranza all’intervento può essere applicata una crema anestetica. Il trattamento ha una durata che varia in funzione dell’estensione della zona da trattare e del difetto: in genere da qualche minuto ad una mezz’ora.

Non vi sarà sanguinamento della parte pertanto non sono necessarie medicazioni. Il trattamento può essere ripetuto da 2 a 4 volte a distanza di circa 1 mese, fino al raggiungimento del risultato definitivo.

DOPO IL TRATTAMENTO

A seconda del trattamento il paziente potrà ritornare immediatamente alla routine quotidiana oppure osservare qualche giorno di riposo. Al termine della seduta la cute apparirà lievemente eritematosa. Il paziente potrà lavarsi come sempre, facendo attenzione a non strofinare la zona trattata, che dovrà essere tamponata delicatamente, evitando di applicare creme e cosmetici.

In seguito sulla parte trattata si formeranno delle piccole e sottilissime crosticine, segno della rigenerazione del tessuto. In caso di blefaroplastica non chirurgica la palpebra apparirà edematosa per qualche giorno.

Successivamente le piccole croste dopo circa 7 giorni, lasceranno il posto ad una cute rosea, rigenerata e ringiovanita. E’ consigliabile applicare una filtro solare sulle zone trattate.

CONTROINDICAZIONI

La blefaroplastica non chirurgica è sconsigliata in quei pazienti affetti da patologie oftalmiche croniche o affetti da allergie che si manifestano a livello delle palpebre. Evitare di effettuare il trattamento in pazienti portatori di pace-macher, in gravidanza o allattamento.

Non trattare aree cutanee in cui vi sia un eccesso di tessuto adiposo che potrebbe rendere poco apprezzabile il risultato ottenuto.

Una vita piena di bollicine a tutti!

 

Potrebbe piacerti anche…

You must be logged in to post a comment Login

BOLLICINE VIP