BARBARA DE ROSSI, TRA TEATRO, TV E SOCIAL NETWORK

By  |  0 Comments

INTERVISTA BOLLICINEVIP A BARBARA DE ROSSI

Barbara De Rossi ospite della 22esima edizione del Premio Penisola Sorrentina.

In teatro con lo spettacolo Il Bacio e presto su Rete4 con la nuova edizione de Il Terzo Indizio.

In teatro con Il Bacio, assieme a Francesco Branchetti. Tanta emozione e tanto successo. Ci parli di questo lavoro.

Riprenderemo la tournée a gennaio e andremo avanti fino ad Aprile nei teatri dove non siamo riusciti ad andare nella stagione precedente. È un testo molto bello che mi da una grande soddisfazione e che faccio con immenso piacere. Racconta la fragilità di tante persone, di quello che non riusciamo ad accettare in una vita che in realtà non ci piace. La storia di due infelici che poi si ritrovano in un terreno comune e riescono a raccontarsi. 

Nella protagonista de Il Bacio riscontra qualche sua fragilità?

Credo che tutti noi abbiamo delle incertezze e delle piccole insoddisfazioni, altrimenti saremo degli alieni. Questo spettacolo le racconta tutte. 

Recitare su un palcoscenico per un’attrice è una sorta di effetto liberatorio?

Indubbiamente è un viaggio introspettivo, diciamo che recitare è un qualcosa che può aiutare noi stessi e la vita degli altri. La cosa importante è riuscire ad emozionare e credo che questa sia la parte più bella del nostro lavoro. Questo è il motivo per cui amo il teatro. Sentire la reazione del pubblico mi da una carica indescrivibile. 

È pur vero che tre minuti di tv danno una popolarità molto più forte del teatro. Lei cosa pensa in merito?

Credo che ci sia una netta differenza tra popolarità e ciò che invece facciamo in teatro. La tv arriva prepotentemente nelle case del pubblico, mentre sul palcoscenico devi guadagnarti la stima degli spettatori. Sinceramente mi definisco un’attrice, a cui piace interpretare i suoi ruoli. Che siano in teatro, al cinema o in tv non fa alcuna differenza. 

Argomento del momento è il caso Wenstein. Il produttore cinematografico americano accusato di stupro a tante attrici famose. Lei cosa ci dice in merito?

Sinceramente non vorrei entrare in questa vicenda. Posso solo dire che ognuno è padrone della sua vita a fa di essa ciò che meglio crede. La cosa importante, in questi casi, è esporsi e denunciare al momento dei fatti. 

Molto impegnata in teatro, ma la rivedremo in tv o al cinema?

Ho appena finito di registrare le nuove puntate de Il Terzo Indizio che andranno in onda su Rete4 a breve e poi c’è una fiction di cui ancora non posso parlare. A teatro poi torno a gennaio fino ad aprile. 

È a Sorrento per un premio importante. Che rapporti hai con la Campania?

Amo tantissimo questa terra e ho un ottimo rapporto con i napoletani. Massimo Ranieri mi chiamò tempo fa per recitare in Napoli Milionaria. Il pubblico gradì la mia interpretazione e questo è molto importante perché toccare Eduardo De Filippo, nella sua terra d’origine, è una forte responsabilità. 

Cosa vorrebbe realizzare nel 2018?

Al momento sono soddisfatta così, vado avanti con i miei testi, scelgo le persone con cui lavorare e le gratificazioni stanno arrivando. 

Sul web gira voce di un tuo probabile matrimonio? È una notizia vera?

Assolutamente no. È una grande idiozia inventata da qualche blog. Purtroppo il web ha la capacità di inventare titoli quando non ci sono. Mi auguro lo facciano sempre in direzioni positive, ma quando la fanno in modo negativo, come in questo caso, sono piuttosto seccanti. Oggi internet è un’arma a doppio taglio e bisogna stare attenti a tutto. Non per fare retorica, ma una volta esisteva la cronaca rosa, che trattava le notizie con garbo e rispetto, mente adesso tutto questo non c’è più. 

Che rapporto ha con i social network?

Ho un bellissimo rapporto con i miei follower. Molte donne mi raccontano i loro problemi e io cerco di dare sempre sostegno a tutte. Devo dire però che i social network spesso hanno anche una funzione negativa, come quella di distruggere le coppie, del cyberbullismo e tanto altro. Sono convinta che i social debbano essere utilizzati con molta attenzione.  

ARMANDO SANCHEZ

You must be logged in to post a comment Login